Scarica in formato originale FINCHE' C'E' UN PROSECCO C'E' SPERANZA_00 FINCHE' C'E' UN PROSECCO C'E' SPERANZA_00
Scarica in formato originale FINCHE' C'E' UN PROSECCO C'E' SPERANZA_01 FINCHE' C'E' UN PROSECCO C'E' SPERANZA_01

FINCHE' C'E' UN PROSECCO C'E' SPERANZA

Regia /Director: Antonio Padovan
Soggetto/Subject: Fulvio Ervas, Antonio Padovan
Sceneggiatura/Screenplay: Antonio Padovan, Fulvio Ervas, Marco Pettenello
Interpreti/ Cast: Giuseppe Battiston, Rade Serbedzija, Liz Solari, Silvia D’Amico, Roberto Citran, Gisella Burinato, Teco Celio, Barbak Karimi, Paolo Cioni, Diego Pagotto, Vasco Mirandola, Mirko Artuso, Vitaliano Trevisan, Andrea Appi, Giovanni Betto,Sandro Buzzati,
Fotografia/ Cinematography:Massimo Moschin
Scenografia/Set Disign: Massimo Pauletto
Costumi/Costume Design: Andrea Cavalletto Montaggio/ Editing: Paolo Cottignola Musica/Music: Diego Mancini, Brandoni Stefano Suono/Sound: Carlo Missidenti
Produzione/ Production:K+SRL whit the support of Treviso Film Commission, Otlav, NaturaSI, Fondazione Masi Distribuzione Intenazionale/ World Sales:sales@fandango.it Country: Italia/Italy, Anno/Year: 2017 RunTime Durata: 101’Thriller Giallo (First Feature ) in collaborazione/ With Collaboration Sudestival Monopoli Bari

Biografia
Antonio Padovan ( Vittorio Veneto, 1987). Nel 2007, si trasferisce a New York dove frequenta la New York Film Academy e inizia la propria carriera nel mondo del cinema e della pubblicità. (2013) Scrive e dirige Jack Attack, cortometraggio horror, invitato a più di cento festival, grazie al quale riceve decine di premi e riconoscimenti. (2015) Vince il “Premio Speciale Giotto” al Giffoni Film Festival e lo stesso anno con Eveless, segmento thriller scritto e diretto per il film Galaxy of Horrors, presentato al Festival di Cannes.  (2016) In Italia gita il suo primo lungometraggio Finché c’è prosecco c’è speranza.Premio Accessibilita’”Sguardi” sottotitolazione e audio‐descrizione del film meritevole di menzione da parte del Comitato Scientifico del Festival Sudestival (Monopoli) 

Sinossi
Film ambientato tra le colline di Conegliano e Valdobbiadene dove nasce il prosecco. Un giallo che racconta il fascino della terra, l’effervescenza delle bollicine, il conflitto tra avidità e rispetto della qualità. S’intrecciano le storie di un conte, Desiderio Ancillotto (Rade Serbedzija) che combatte per il suo territorio; un poliziotto italo-persiano più ostinato della nebbia, Stucky, (Giuseppe Battiston); un direttore di un cementificio (Andrea Appi) che in una notte di pioggia cade nel fango per sempre, freddato da tre colpi di pistola; di un matto che gratta la ruggine dalle tombe del cimitero (Teco Celio), impartendo benedizioni.