PRESENTAZIONE

L'entusiasmo e l'originalità all’insegna della quale 25 anni fa è stato fondato il Festival N.I.C.E. è riconfermato dalla ricchezza e il carattere di questa ultima edizione che presenta il cinema italiano contemporaneo attraverso generi, stili e generazioni diverse. Ho sempre pensato che il cinema, per prima cosa, sia semplicemente l’arte di raccontare: storie vere o inventate, favole o tragedie, sogni o realtà da tramandare, unite al fascino del grande schermo, di quella luce bianca che passa sopra la testa del pubblico. E' forse tutto qui il perdurare del suo fascino, la sua capacità di rappresentare il mondo in cui viviamo o quello in cui vorremmo vivere. Poco più di cento anni fa il cinema non c’era e il Novecento è stato il secolo dei sogni, dei tragici avvenimenti causati da ben due guerre mondiali, del rapido progresso della scienza e della tecnologia in ogni campo, anche nel cinema. L'abbiamo visto crescere, trasformarsi, dal muto al sonoro, dal bianco e nero al colore, dagli studios alla strada, dalla pellicola al digitale di oggi e diffondersi ovunque come mezzo non solo di svago ed evasione dalla realtà quotidiana, ma anche di scambio e presa di coscienza socio-culturale. Nel panorama della diffusione del cinema italiano all'estero, N.I.C.E. ha avuto una funzione importante, per la particolare attenzione verso i giovani autori, originali ma spesso ancora sconosciuti. Così nel corso degli anni è aumentato l'interesse per il nostro cinema, per la nostra offerta ricca di film dei vari “generi”: dal cinema d’autore a quello sperimentale, che propone sempre una programmazione di qualità in sintonia con il gusto e la sensibilità del pubblico internazionale dei vari paesi in cui il festival viene presentato ogni anno. La caratteristica dei nostri festival è comunque quella di essere soprattutto un festival di esordienti, una scelta difficile fuori dal main stream, ma che vuole imprimere con ancora maggiore forza il carattere metropolitano e popolare della manifestazione, pur mantenendo la qualità artistica e il carattere internazionale. Il pubblico è stato reso sempre più attivo e partecipe alla nostra missione poiché gli viene affidato il compito di giudicare il film più meritevole di ricevere il Premio N.I.C.E. Città' di Firenze mediante la compilazione di cartoline-voto. Oltre a questo, per coinvolgere le nuove generazioni sia sul territorio che all'estero, N.I.C.E. organizza nelle scuole e nelle università incontri e proiezioni seguite da discussioni con registi, attori, sceneggiatori, che si possono definire vere e proprie lezioni di cinema finalizzate ad alimentare nei giovani l'amore per la settima arte. Malgrado la crisi economica, confermiamo il nostro impegno e la volontà di consolidare la nostra presenza nel mondo. N.I.C.E. vuole essere sempre più un luogo particolare dove sia possibile non solo partecipare a proiezioni, ma anche a incontri, dibattiti ed eventi di alto profilo destinati ad un pubblico eterogeneo e sempre nuovo.
Infine a conclusione di questa presentazione non posso non rendere omaggio alla compagna di avventura di questi 25 anni, Maria Grazia Santini, che da quest'anno si è ritirata. Una donna colta e piena di energia che con entusiasmo ha creduto in questa scommessa. La sua intelligenza e fermezza ha dato un' impronta d'indipendenza al festival e rimane fattore costitutivo per il nostro lavoro futuro.

Si ringrazia per il contributo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali-Direzione Generale per il Cinema, il Ministero Affari Esteri (Ambasciate, Consolati e gli Istituti Italiani di Cultura Mosca e San Pietroburgo), l'Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze e la Regione Toscana, la Fondazione Sistema Toscana-Mediateca-Regionale-Toscana Film Commission., Agis eTeatri Uniti Ringraziamo i produttori e distributori.Adriana Chiesa Enterprises – indigo Film , Fandango Film, Rai e Rai-Com che riconoscono in N.I.C.E. la su peculiare capacita’ di individuare e promuovere gli autori emergenti per la fattiva collaborazione e per il prezioso aiuto dato ai nostri ambiziosi progetti. In particolare ringraziamo lo Staff del N.I.C.E. che opera con tanto entusiasmo, Naum Kleyman, curatore del "Centro studi Eizenstejn",  il suo Staff e la Coolconnections di Mosca.

Direttore N.I.C.E.
Viviana del Bianco